RENT

Di Jonathan Larson

Regia Stefano Naldi

Coreografie Laura Cappelli 

CAST

Mark Cohen – MATTEO CELLI

Roger Davis – STEFANO NALDI

Tom Collins – ENRICO PASI

Joanne Jefferson – SARA ZECCHINI

Mimi Márquez – BEATRICE BUONOCORE

Angel Dumott Schunard – GIUSEPPE VERRELLI

Maureen Johnson – LAURA CAPPELLI

Benjamin Benny Coffin III – MATTIA DELPOPOLO

Paul – VINCENZO TURIACO

Gordon – DENIS PUSCAS

Anna – ARIANNA BACCHI

Steve – LUCA CAMARDA

Ali – GIORGIA RAGGI

Pam – BENEDETTA BENEDETTI

Sue – CHIARA ROSSI

BAND LIVE

Andrea Cappelli – Pianoforte

Marco Franchini – Chitarra

Filippo Sansoni – Chitarra & Teatiere

Nicolas Biondini – Basso

Filippo Tognarelli – Batteria

Cast creativo

ADATTAMENTO ITALIANO e REGIA – Stefano Naldi

COREOGRAFIE – Laura Cappelli

ASSISTENTE ALLA REGIA  – Giuseppe Verrelli

VOCAL COACHING E DIREZIONE CORI – Mya Fracassini

SCENE E COSTUMI  – Stefano Naldi

SARTORIA  – Marco Ceragioli

FONICO – Lombardi Amplificazioni

MIXER AUDIO  – Serena Mandolesi

MICROFONI  – Laura Leandri

MIXER LUCI – Chiara Costa

MIXER VIDEO E DIREZIONE DI PALCO – Maria Antonietta Bavila

PRODUZIONE – Antonio Sotgia

Per concessione di Music Theatre International

 

Rent è un musical rock scritto e composto da Jonathan Larson e basato sull’opera La bohème di Giacomo Puccini. Racconta la storia di un gruppo di giovani artisti e musicisti squattrinati che tentano di sopravvivere nel Lower East Side di New York nei giorni nell’atmosfera bohémien dell’Alphabet City vissuti all’ombra dell’AIDS.
La Vigilia di Natale del 1989, New York. La scena si apre all’interno di uno sgangherato appartamento dove Mark, regista indipendente e squattrinato, e Roger, chitarrista ed ex tossicodipendente, sbarcano il lunario vivendo alla giornata. Mark sta tentando di girare il film della sua vita a discapito delle difficoltà economiche e di una madre opprimente. Roger, sul quale aleggia il fantasma della sua ex dopo la scoperta di essere entrambi sieropositivi, sta tentando di comporre una canzone che possa renderlo immortale. Nello stesso palazzo vive Mimì, sfacciata spogliarellista tossicodipendente con l’HIV, che sconvolgerà il fragile equilibrio del musicista. ma nel quartiere dove vivono pende lo sfratto imminente: Benny, loro ex coinquilino recentemente sposato con una ricca borghese, Allison Grey, è diventato il proprietario dell’intera zona e intende trasformarla da rifugio di senza tetto e artisti di strada in un quartiere prestigioso e altolocato. Ma una protesta contro lo sfratto è prevista per la sera stessa; Maureen, poliedrica attrice bisessuale ed ex ragazza di Mark, intende scatenare una rivolta contro lo sgombero. In suo aiuto accorre la sua nuova ragazza, Joanne, prestigioso quanto aggressivo avvocato. Tom Collins, professore sieropositivo, filosofo, anarchico e amico comune, è nel frattempo tornato in città. Ma l’incontro con Angel, Drag Queen e percussionista di strada, anch’egli malato di AIDS, sconvolgerà per sempre la sua vita.
Sullo sfondo del disagio economico e sociale sul quale passa l’ombra silenziosa della malattia, i protagonisti della nostra storia cercheranno di trovare ciò per cui vale la pena di lottare e vivere, ricordandosi e ricordandoci che ogni istante va vissuto intensamente perché ogni momento è…adesso o mai più.